Home Page » Attivita' » MicroProgetti di sviluppo » Gli uomini e i diritti 
Gli uomini e i diritti   versione testuale
Tutti i documenti di questa pagina sono in formato pdf
  
I diritti umani sono i diritti costitutivi di ogni persona e, dunque, sono universali e inalienabili.
    
La Carta delle Nazioni Unite, approvata il 26 giugno 1945, durante la Conferenza di San Francisco, è il primo documento internazionale che incarna, nel Preambolo e in sei articoli, i diritti dell’uomo, considerati, insieme con la pace, fini essenziali dell’Organizzazione.
 
Il documento avvia il processo che conduce, nel dicembre 1948, alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo che, insieme, al Patto Internazionale dei Diritti Economici, Sociali e Culturali, al Patto Internazionale dei diritti Civili e Politici, al Protocollo Opzionale al Patto Internazionale dei Diritti Civili e Politici e al Secondo Protocollo Opzionale al Patto Internazionale dei Diritti Civili e Politici, costituiscono la Legge Internazionale dei Diritti Umani.
 
I diritti umani sono riconosciuti e garantiti dal diritto internazionale consuetudinario e da una serie di trattati che, sviluppatisi dal 1945, costituiscono il nucleo dei diritti umani (The core international human rights instruments) formato da:
L’attuazione dei dieci strumenti internazionali è garantita da dieci rispettive commissioni che, costituite da esperti, con riconosciute competenze in diritti umani, nominati dagli Stati per un periodo rinnovabile di quattro anni, sono:
  • Commissione dei Diritti Umani
     
  • Commissione dei Diritti Economici, Sociali e Culturali
     
  • Commissione di Eliminazione della Discriminazione contro la Donne
     
  • Commissione contro le Torture
     
  • Commissione dei Diritti dei Bambini
     
  • Commissione dei Lavoratori Migranti
     
  • Commissione sui Diritti delle Persone con Disabilità
     
  • Commissioni sulle Sparizioni Forzate
     
  • Sottocommissione sulla Prevenzione delle Torture e di altri Trattamenti o Punizioni Crudeli, Inumani e Degradanti
Il processo di revisione degli obiettivi, nell’ambito del quadro post-2015, in linea con i documenti della riunione plenaria dell’Assemblea Generale sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (2010), la Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile, “Rio+20” (2012) e, con la relazione del gruppo di alto livello delle Nazioni Unite, conduce alla formulazione dell’agenda post-2015, fondata sulla responsabilità, pietra angolare del quadro dei diritti umani ancorata a norme e meccanismi che la rafforzano, garantendo lo sviluppo degli obiettivi.