Home Page » Area Stampa » News » archivio anni precedenti » Sahel: agire in fretta. La Caritas intensifica gli aiuti 
Dossier Sahel 2013 (pdf):

Campagna
"Fame di pane e di futuro"


 Poster (pdf) 


Scarica le foto (jpg) 1 - 2 - 3
Sfollati del Mali in Niger
© Jean-Philippe Debus /
Catholic Relief Services 
Mercoledì 21 Marzo 2012
Sahel: agire in fretta.
La Caritas intensifica gli aiuti   versione testuale
«Esorto la comunità internazionale ad affrontare seriamente l’estrema povertà di queste popolazioni le cui condizioni di vita si stanno deteriorando». Con queste parole Papa Benedetto XVI ha da tempo portato l'attenzione sulla grave situazione in cui versa una vasta area del Sahel colpita da una grave crisi alimentare che si protrae dal 2011.
 
La crisi alimentare ha colpito circa 18 milioni di persone principalmente in 6 Paesi: Mali, Niger, Burkina Faso, Ciad, Mauritania, Senegal. L’esortazione lanciata sin dall’inizio dai responsabili delle Caritas dei Paesi colpiti è stata: non abbassare l’attenzione, agire sull’emergenza ma anche intraprendere azioni più a lungo termine, per combattere una crisi che rischia di diventare cronica in regioni che vivono principalmente di agricoltura e allevamento.
 
Molteplici sono state le cause: la bassa pluviometria e il conseguente raccolto negativo del 2011, l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, il degrado ambientale, gli spostamenti delle popolazioni, i conflitti nel Nord Africa, in Mali e Repubblica Centrafricana, oltre che la povertà cronica e la vulnerabilità già presenti in questi Paesi.
 
Una situazione che ha richiesto risposte immediate, ma al contempo si intreccia e spinge alla riflessione su questioni globali, dagli effetti della crisi e delle speculazioni finanziarie ai mutamenti climatici, e sull’importanza di interventi strutturali e a lungo termine che aiutino le famiglie a costruire un futuro meno incerto.
 
Di fronte alla situazione di crisi le Caritas di Burkina, Mali, Mauritania, Niger, Senegal e Ciad si sono mobilitate e hanno lanciato attraverso la rete Caritas Internationalis degli appelli di emergenza per poter rispondere in modo rapido ed efficace ai bisogni delle popolazioni più vulnerabili.
 
In risposta a questi differenti Appelli d’Emergenza, la rete Caritas ha messo a disposizione più di 13 milioni di euro a beneficio di più di un milione di persone, mettendo in atto da un lato interventi di emergenza per far fronte alla fase acuta della crisi e dall’altro azioni al fine di rafforzare le capacità delle popolazioni di fronte alle crisi, in una prospettiva di sviluppo umano integrale.
 
Questa importante e rapida mobilitazione di risorse umane e finanziarie, unita alle azioni dei governi dei Paesi del Sahel e della comunità internazionale, ha permesso di evitare una catastrofe umanitaria nella regione, confrontata in modo ricorrente all’insicurezza alimentare. L’approccio scelto ha previsto interventi di emergenza per fronteggiare la fase acuta della crisi affiancati a un approccio di resilienza, allo scopo di rafforzare le capacità delle popolazioni locali per affrontare le crisi. Gli interventi hanno previsto prioritariamente la distribuzione di cibo e sementi gratuite, la vendita di cereali a prezzi agevolati, l’assistenza a profughi e rifugiati, l’assistenza sanitaria e il trattamento della malnutrizione infantile, attività alternative all’aiuto alimentare quali “denaro per lavoro” (cash for work) e “cibo per lavoro” (food for work), il rifornimento dei granai di riserva dei villaggi.
 
A questi interventi stanno facendo seguito azioni di riabilitazione idrica, di sostegno alla produzione agricola e agli allevatori, nonché a piccole attività generatrici di reddito che consentano di interrompere il ciclo della dipendenza dagli aiuti esterni e di migliorare le capacità delle comunità locali. La missione che Caritas si propone nel Sahel è di continuare nell’ impegno socioeconomico per unire risposta alle emergenze e sviluppo integrale e rafforzare l’azione di tutela e promozione, a livello nazionale e internazionale, di politiche agricole economiche e sociali centrate sullo sviluppo umano.
 
Caritas Italiana ha messo a disposizione oltre 570.000 euro a sostegno delle attività della rete Caritas nel Sahel, nel Dossier Emergenza Sahel (pdf) sono descritti gli interventi realizzati sino a metà ottobre 2013. È disponibile anche una versione sintetica del rapporto (pdf). Partecipa attivamente ai piani di emergenza e agli incontri di concertazione quali il Gruppo di lavoro sul Sahel di Caritas Internationalis, ha preso parte alle visite congiunte della rete Caritas in Senegal, Niger, Burkina faso e Ciad anche grazie alla presenza di un’operatrice nella zona, e rinnova l’appello a non abbassare l’attenzione su questa area geografica del mondo.