Home Page » Area Stampa » Pubblicazioni » Libri » Libri 2010 » "Qualcosa si è spezzato" (su testi di Rosario Livatino) 
L'audiolibro "Qualcosa si è spezzato" è stato presentato martedì 5 ottobre 2010 a Roma, presso la Sala Marconi di Radio Vaticana.
 
Sono intervenuti:
S.E. Mons. Giuseppe Merisi, presidente di Caritas Italiana;
S.E. Mons. Francesco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento;
Mite Balduzzi e Roberto Tietto, Centro Europeo Risorse Umane.
 
Ha moderato: Gianni Bianco, giornalista Rai.
Lunedì 20 Settembre 2010
"Qualcosa si è spezzato" (su testi di Rosario Livatino)   versione testuale
Audiolibro (libro+cd)
Centro europeo Risorse umane e Multimedia San Paolo
in collaborazione con Caritas Italiana e con Cei - Ufficio nazionale per i Problemi sociali e il Lavoro, Centro sportivo italiano e Associazione Amici del giudice Rosario Livatino
Ottobre 2010
Pagine libro: 56
Durata cd: 51' 17''
Prezzo: euro 22,90
 
Quinto volume del Progetto culturale ed educativo "PhonoStorie" dedicato a grandi personaggi del XX secolo (vedi i precedenti audiolibri su testi di Madre Teresa e su testi di don Primo Mazzolari).
 
A dare voce al pensiero e agli scritti del giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia il 21 settembre del 1990, gli attori Giulio Scarpati, Simonetta Solder, Giorgio Marchesi; il giornalista Rai Gianni Bianco; i campioni dello sport Nicola Legrottaglie, Luca Toni, Emiliano Viviano.
 
"Figlio di mare" è il titolo della canzone inedita interpretata da Antonella Ruggiero.
 
L'audiolibro mette in risalto la significativa figura di Rosario Livatino, la straordinaria attualità del suo pensiero nell'essere magistrato nella società di oggi, la limpida testimonianza di vita cristiana vissuta con eroismo, rigore, fedeltà e discrezione. Un uomo che san Giovanni Paolo II, in visita ad Agrigento, definì «martire della giustizia e indirettamente della fede».