Home Page » Area Stampa » Pubblicazioni » Libri » Libri 2011 » "Gli alunni con disabilità nella scuola italiana: bilancio e proposte" 
Il Rapporto è stato presentato martedì 14 giugno 2011 a Roma, presso l'Hotel Nazionale (piazza Montecitorio, 131).
 
Sono intervenuti: Attilio Oliva, presidente dell'Associazione Treellle; don Vittorio Nozza, direttore di Caritas Italiana; Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Giovanni Agnelli; Valentina Aprea, presidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera; Maria Letizia De Torre, segretario della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera
 
Martedì 14 Giugno 2011
"Gli alunni con disabilità nella scuola italiana: bilancio e proposte"   versione testuale
Associazione Treellle - Caritas Italiana
Fondazione Agnelli
 
Giugno 2011
Pagine: 256
 
  
Acquista in libreria o dal sito della Erickson
 
Sintesi (pdf)
 
 
L’Italia è stata tra i primi Paesi al mondo ad aver lanciato la sfida dell’integrazione degli alunni con disabilità, sposando un  approccio decisamente inclusivo. Questo libro propone un bilancio dell’esperienza di integrazione scolastica nelle scuole italiane, analizzando l’efficacia di questo sistema dopo oltre trent’anni di applicazioni ed esperienze di pratiche educative finalizzate.
 
Partendo dalla presentazione dei diversi approcci realizzati nel Paesi dell’Ocse, gli autori descrivono l’evoluzione storica e i risultati del modello italiano, analizzandolo alla luce della sua capacità effettiva di raggiungere concretamente gli obiettivi prefissati.
 
Presentano quindi alcune linee progettuali, profondamente innovative, per un nuovo approccio all’integrazione degli alunni con disabilità dal quale nasca un sistema di integrazione più efficace ed efficiente, basato sul rilancio della professionalità degli insegnanti, su una maggior diffusione di cultura pedagogica e didattica speciale, su una maggior capacità progettuale delle scuole, su una più efficace e attiva interazione dei soggetti coinvolti (famiglie, servizi sanitari e sociali, pubblica amministrazione, terzo settore, comunità locale, con la scuola al centro).