Home Page » Area Stampa » Pubblicazioni » Libri » Libri 2012 » "Asia-Italia. Scenari migratori" 
"Asia-Italia. Scenari migratori"   versione testuale
Caritas-Migrantes
Edizioni Idos (Info: tel. 06 66514345 - int. 1 o 2)
Giugno 2012
Pagine: 432
 
 
 
Nel mezzo della crisi economica globale, che così duramente sta colpendo il mondo del lavoro, quali sono le caratteristiche e i percorsi dei migranti asiatici in Italia? E quale è la posizione dell'Asia nel nuovo scenario migratorio internazionale?
 
Su questi interrogativi si sono confrontati i redattori del Dossier Statistico Immigrazione Caritas-Migrantes, che, insieme a rappresentanti dell'immigrazione asiatica in Italia e di varie strutture sociali, hanno preso parte a un viaggio di studio organizzato nelle Filippine, che ha previsto un intenso ciclo di seminari (Manila, 14-20 gennaio 2012).
 
Il volume "Asia-Italia. Scenari migratori" completa gli studi presentati in tale occasione e viene pubblicato grazie al contributo del Fondo Europeo per l'Integrazione di cittadini di Paesi terzi, promosso dalla Commissione Ue e dal Ministero dell'Interno / Dipartimento Libertà civili e Immigrazione / Direzione centrale per le Politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo.
 
La sezione "L'Asia e le migrazioni. Scenari" presenta aspetti legati all'economia e, soprattutto, alle intense migrazioni che attraversano questo vasto continente, estremamente vario e complesso.
 
Molta attenzione è dedicata alla convivenza religiosa e al ruolo giocato dalla componente cattolica, a partire dai missionari del XV secolo fino ai nostri giorni, che vedono le minoranze cristiane spesso in condizione di forte precarietà ("L'Asia e la presenza cristiana tra storia e attualità").
 
Seguono, raccolti in due grandi sezioni tematiche - "L'Asia in Italia. Quadri tematici" e "L'insediamento in Italia e le esperienze territoriali" - numerosi contributi dedicati alle migrazioni dall'Asia verso l'Europa e l'Italia e, quindi, all'insediamento delle varie collettività asiatiche nel nostro Paese, senza dimenticare le esperienze di inserimento maturate a livello territoriale. Particolare attenzione è riservata alle migrazioni filippine, cui il volume dedica un'apposita sezione ("Il caso migratorio delle Filippine").
 
Dopo questa lettura l'Asia intera sarà meno lontana. Come è nell'auspicio tanto di Caritas e Migrantes quanto del Fondo europeo per l'Integrazione, si tratta di un sussidio utile per approfondire la conoscenza di una presenza sempre più rilevante, per migliorare l'operatività e prepararsi agli scenari futuri.