Home Page » Area Stampa » News » 2016 » Settembre » Droghe e narcotraffico: un dossier di Caritas Italiana 
Giovedì 22 Settembre 2016
Droghe e narcotraffico: un dossier di Caritas Italiana   versione testuale

“Il narcotraffico come una metastasi” è il titolo del Dossier pubblicato da Caritas Italiana sui temi della produzione, commercio e consumo di droghe (.pdf). Attraverso analisi, dati e testimonianze, con un focus sulla situazione dell’Argentina, il Rapporto evidenzia in particolare i danni e le gravi ricadute sulla qualità di vita e il coinvolgimento sempre più ampio di giovani e giovanissimi.
 
È necessario dunque un cambio di paradigma per valutare e discutere le priorità nelle politiche di contrasto alla diffusione. La guerra alla droga non può essere combattuta solo dall’esterno concentrandosi unicamente sull’offerta, ma va affrontata anche cercando di diminuirne la domanda. L’Argentina, oltre ad essere il principale porto di transito verso l’Europa, è anche la nazione dell’America Latina con la più alta percentuale di consumo di cocaina. E da un’indagine della Caritas arcidiocesana di Mendoza emerge che è ormai scesa a 13 anni l’età di inizio del consumo di droghe. Il consumo delle droghe in aumento tra i più giovani non è però una problematica che riguarda solo l’Argentina, ma si riscontra a livello globale.
 
È quindi fondamentale, come si legge in una intervista del dossier Caritas, «partire dalla ricostruzione del tessuto sociale e dalla considerazione che il “drogato” è un soggetto con diritti, capacità di crescere, sognare e progettare. È necessario non criminalizzarlo, ma proporre spazi di integrazione che offrano alternative di vita. In questo senso, cultura, lavoro, istruzione e sport costituiscono elementi che permettono di costruire senso di appartenenza, favorire inclusione ed elaborare un significativo progetto di vita».