Home Page » Area Stampa » News » 2014 » Ottobre » Caritas Italiana saluta mons. Merisi 
Lunedì 27 Ottobre 2014
Caritas Italiana saluta mons. Merisi   versione testuale

S.E. mons, Giuseppe Merisi a partire dal 26 ottobre, con l'ingresso in Diocesi a Lodi di S.E. mons. Maurizio Malvestiti, non è più Presidente della Commissione episcopale della Cei per il servizio della carità e la salute, e quindi lascia anche la Presidenza di Caritas Italiana e della Consulta ecclesiale nazionale degli organismi socio-assistenziali.

La prossima Assemblea della CEI (Assisi, 10-13 novembre) sarà chiamata a eleggere il nuovo presidente della Commissione episcopale – e quindi di Caritas Italiana –, incarico affidato ad interim fino a quella data a S.E mons. Luigi Bressan, Arcivescovo di Trento.

Caritas Italiana, attraverso il suo Direttore insieme a tutti gli operatori, ringrazia mons. Merisi per i suoi 6 anni di Presidenza, caratterizzata da un richiamo continuo all'attenzione verso gli ultimi e a costruire una società a misura della dignità umana, e nel contempo dà il benvenuto e accoglie nel nuovo incarico mons. Bressan, già membro della Presidenza di Caritas Italiana.

«Lascio la mia diocesi e la presidenza di Caritas Italiana - scrive mons. Merisi nel suo ultimo editoriale su "Italia Caritas" - qualche giorno dopo la beatificazione di papa Paolo VI, il papa del Concilio e del post-Concilio», promotore della nascita di Caritas Italiana, che chiese «alla Chiesa italiana un ribaltamento di prospettive per porre in primo piano l’amore concreto del prossimo, senza il quale la fede non è fede». «Un amore che travalica i confini, come papa Montini evidenziò con il suo viaggio in Terra Santa e gli altri otto viaggi internazionali. Un viaggio che idealmente prosegue in quelle periferie del mondo di cui parla papa Francesco, e – grazie ai tanti operatori Caritas e volontari – si traduce ancora oggi in impegno quotidiano per costruire ovunque società a misura della dignità umana», conclude mons. Merisi.

Monsignor Giuseppe Merisi, 76 anni, è vescovo dal 1995, prima come ausiliare nella diocesi di Milano, poi come titolare a Lodi dal 14 novembre 2005. Dal 30 maggio 2008 e fino al 26 ottobre 2014 ha presieduto la Commissione episcopale della Cei per il servizio della carità e la salute, e in quanto tale è stato presidente di Caritas Italiana e della Consulta ecclesiale nazionale degli organismi socio-assistenziali.