Home Page » Area Stampa » News » archivio anni precedenti » 2015 » Marzo » Grecia: quali prospettive? 
 
Venerdì 20 Marzo 2015
Grecia: quali prospettive?   versione testuale

Occorre trovare una soluzione alla crisi umanitaria che ha colpito il popolo greco. Al di là di polemiche e contrapposizioni mediatiche è questo il nodo della questione greca, di nuovo al centro del confronto europeo. Il popolo greco vive da anni una situazione di profonda sofferenza che purtroppo spesso non fa notizia quanto i grandi numeri dei debiti, dei tassi di interesse, e delle tranche di aiuti che l’Unione Europea fa fatica a sbloccare.

A fare i conti con il silenzio sulla drammatica crisi umanitaria in atto in Grecia, sono soprattutto le nuove generazioni, come denuncia il dossier realizzato da Caritas Italiana “GRECIA: Gioventù ferita. La crisi come una guerra, il paese a un bivio”. Secondo i dati riportati nel dossier ormai quasi 4 milioni di persone sono a rischio povertà o esclusione sociale, su una popolazione complessiva di meno di 11 milioni.

Ad aggravare ulteriormente la situazione contribuisce la disoccupazione, il cui tasso è salito al 26,1% nel quarto trimestre del 2014 rispetto al 25,5% del terzo trimestre dello stesso anno. Lo riferiscono i media ateniesi citando i dati più recenti sulla forza-lavoro ellenica diffusi dall'Istituto di statistica greco Elstat. La disoccupazione colpisce soprattutto i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni con un tasso del 51,5% del totale.

Lo scenario a tinte fosche della Grecia ci riporta alla mente molte situazioni simili vissute da tanti Paesi in via di sviluppo, impegnati a restituire ai creditori debiti impossibili, scaricando il costo di politiche scellerate su generazioni di cittadini e famiglie.