Home Page » Area Stampa » News » 2015 » Ottobre » Alluvione in Campania: l'intervento della Caritas 
Martedì 17 Novembre 2015
Alluvione in Campania: l'intervento della Caritas   versione testuale

In Campania l'alluvione nel Sannio del 15 ottobre scorso ha causato vittime e danni ingenti. Caritas Italiana ha subito espresso solidarietà e vicinanza (vedi comunicato del 22/10/2015).
In 10 giorni  la Caritas di Benevento ha raggiunto 299 famiglie a Benevento, a Paupisi, a San Giorgio La Molara, Campolattaro, Torrecuso ed anche Ponte, Solopaca e Castelfranco in Miscano. Stretta è la collaborazione anche con la diocesi di Cerreto Sannita. La priorità, come sempre, sono le famiglie povere e le piccole aziende che senza l’aiuto di nessuno potrebbero rischiare concretamente la chiusura dell’attività.
 
Il succesivo censimento tecnico operato dalla Caritas di Benevento su 90 famiglie e piccole aziende particolarmente vulnerabili ha stimato danni per oltre 4 milioni di euro in diversi comuni del territorio Sannita. «La risposta generosa e fraterna delle persone, delle associazioni, delle aziende, delle Diocesi - ha dichiarato il diretetore della Caritas diocesana, don Nicola De Blasio - è stata davvero straordinaria e superiore ai nostri auspici, ma risulta comunque non bastevole per i bisogni della popolazione colpita. Lo stato di emergenza dichiarato dal Governo Italiano, con lo stanziamento di una prima tranche di 38 milioni di euro per tutta la Provincia di Benevento, sarà un aiuto importante, ma non decisivo né tempestivo per tutte quelle famiglie vulnerabili che oggi stentano a ripartire e che non possono aspettare i tempi della burocrazia per poter ritornare a normali condizioni di vita. Nei prossimi 6 mesi una decina di piccole aziende potrebbero chiudere definitivamente».
 
L’azione-progetto che nasce da questo impegno collettivo si articola in quattro proposte accomunate da una speranza/esortazione:  #FUORIDALFANGO. (vedi le proposte nel dettaglio)