Home Page » Area Stampa » News » 2016 » Luglio » Crisi in Venezuela: l'appello dei Vescovi 
 
Mercoledì 27 Luglio 2016
Crisi in Venezuela: l'appello dei Vescovi   versione testuale

"Gli Arcivescovi e Vescovi del Venezuela, riuniti nella 106a Assemblea Ordinaria, desiderano condividere con la popolazione venezuelana la sofferenza che stiamo patendo e comunicare la speranza che , attraverso la riconciliazione e il dialogo, si troveranno soluzioni efficaci all’attuale crisi". Così inizia l'esortazione che i vescovi venezuelani hanno diffuso dopo essersi riuniti a Caracas il 12 luglio 2016. Il documento (vai al testo completo) fa un'analisi della situazione del Paese ed evidenzia alcune richieste prioritarie al Governo:
- garantire che il referendum abrogativo si tenga quest’anno
- consentire l’ingresso di medicinali nel paese
- aprire la  frontiera con la Colombia
- rilasciare quanti sono detenuti ingiustamente per motivi politici e comunque garantire che restino a piede libero in attesa di un giusto processo.
 
Purtroppo la situazione del Paese negli ultimi quattro anni è andata sempre peggiorando, ed è oggi critica sotto l'aspetto sociale, sanitario, alimentare e soprattutto di ordine pubblico e rispetto dei dirittti umani.
Caritas Venezuela interviene attivamente nel paese, promuovendo azioni in risposta a questa emergenza con l'obiettivo di proteggere il diritto alla vita, alla dignità e di alleviare la sofferenza della popolazione più vulnerabile, in zone maggiormente a rischio per carenza di beni di prima necessità e conflittualità sociale.

Inoltre cerca di monitorare sistematicamente l'impatto della crisi in modo da rafforzare le capacità di prevenzione e gestione della rete sanitaria Caritas - in collegamento anche con le parrocchie -, gli interventi di aiuto alimentare e l'accesso all'acqua potabile. Nel contempo lavora per riaffermare i valori di convivenza, cittadinanza e sicurezza sociale.