Home Page » Area Stampa » News » 2015 » Maggio » Alluvioni nei Balcani: Dossier Caritas su 1 anno di impegno 
Giovedì 14 Maggio 2015
Alluvioni nei Balcani: Dossier Caritas su 1 anno di impegno   versione testuale

Nel maggio 2014, Bosnia ed Erzegovina e Serbia sono state investite dalle maggiori alluvioni della propria storia. Un disastro che ha acquisito proporzioni immani, costando la vita ad almeno settanta persone e provocando danni per miliardi di euro. Ad un anno da quelle alluvioni, Caritas Italiana pubblica il Dossier “L’acqua è passata, i primi ponti sono ricostruiti” (.pdf) per raccontare i percorsi avviati e i risultati raggiunti.

Le popolazioni stanno infatti cominciando a ritornare alla loro vita, e questo anche grazie al significativo contributo di Caritas Italiana, che in collaborazione con la rete delle Caritas locali, di altre organizzazioni non governative e dei fondi messi a disposizione dalla Conferenza Episcopale Italiana, dalla rete delle Caritas diocesane italiane e da diversi offerenti (scuole, associazioni, privati) ha potuto intervenire con dei progetti di sostegno alla ricostruzione e alla ripartenza delle attività economiche.

In particolare in questi 12 mesi sono stati finanziati e realizzati 9 progetti in 4 aree di intervento: la riabilitazione delle case, la ripresa delle attività sociali ed economiche, il risanamento igienico-sanitario e il sostegno al volontariato, per un valore totale di 563.200 Euro, a supporto di 750 famiglie.

Oltre al Dossier è qui disponibile una testimonianza audio (.mp3) dell’Arcivescovo di Belgrado, S.E. Mons. Stanislav Hocevar, che racconta il lavoro portato avanti in quest'anno.